mercoledì, novembre 08, 2006

Sir Dr Edward Bach


Il 24 settembre 1886 nasce a Moseley, Inghilterra, il Sig. Edward Bach, futuro medico e creatore della floriterapia. Sin da bambino Sir Dr Bach aveva le idee chiarissime: lui da grande avrebbe fatto il dottore in medicina e portato benessere e salute a tanti malati. Sir Dr Edward Bach non era un bambino comune, era un piccolo sciamano, convinto da sempre che ogni pianta, animale e sasso contenesse un'anima, certo che l'universo fosse governato da un'armonia che rendeva ogni presenza, anche apparentemente insignificante, indispensabile alla vita. Presto Sir Dr Edward Bach divenne un medico affermato, rivestendo ruoli importanti e curando decine e decine di pazienti. Ogni giorno Sir Dr Bach visitava nuovi pazienti e uno gli diceva:- Sir Dr Bach, ho mal di testa, headache, mi aiuti, help me, please. E Sir Dr Bach gli prescriveva una pilloletta per curare il mal di testa, the headache, una sola parola. Poi, alcuni tornavano da lui felici e soddisfatti che il mal di testa, the headache, se ne era andato e lui si sentiva felice dei progressi e del potere della medicina. Altri pazienti no però, non guarivano. A loro il mal di testa, the headache, non passava con la pilloletta, loro dicevano che erano anche molto stanchi per il troppo lavoro, alcuni troppo preoccupati per i figli, altri troppo tristi per la perdita di una persona cara e ogni volta che ci pensavano il mal di testa, the headache, ritornava forte e insistente e la pilloletta non li aiutava in alcun modo. I giorni passavano, i pazienti aumentavano e Sir Dr Bach constatava, sempre con maggiore chiarezza, che spesso i pazienti non guarivano perchè altri malesseri, non fisici, ma dello spirito, inibivano la guarigione. Pazienti preoccupati e/o disperati non traevano benefici dalla pilloletta, avevano bisogno di essere assistiti come individui, considerati nella loro totalità, fisica, caratteriale, anche psicologica se possibile, perchè per la pilloletta erano tutti uguali, ma la pilloletta non era uguale per tutti! Sir Dr Edward Bach ebbe un'intuizione "svolta", una roba difficile. Si disse un giorno: - Sta medicina allopatica è un fallimento, a failure of imagination...Cancella the symptom, ma non ti fa capire un emerito cazzo del perchè un Tale si ammala, non se ne frega proprio di portare il paziente alla guarigione reale...Insomma bisogna iniziare a capire che è fondamentale sapere come l'individuo si rapporta al sintomo....- Poi nel bel mezzo della sua carriera, era il 1917, il Sir Dr Bach svenne improvvisamente e fu ricoverato d'urgenza. Gli amici medici, dopo un lungo intervento, gli diedero una pacca sulla spalla e gli dissero: - Hei Ed, non te la prendere Ed... Sai, ci siamo accorti che hai un tumure, per dirla tutta anche una bella metastasi.......diglielo anche tu, é vero? Dai Ed è sempre meglio che essere morti. Puoi restare con noi ancora due o tre mesi, non di più. Suvvia Ed non fare quella faccia... :-( Uscito da quella stanza Sir Dr Bach si diede una scrollata e disse a se stesso: - Che sfiga! What a shit! Non ho tanto tempo...devo sbrigarmi, devo seguire il mio destino, che io un ruolo nella vita ce l'ho, mica sono come quella mia amica Adelina che a trent'anni non sa ancora che vuole fare....devo lavorare anche per lei...Presto! Sir Dr Edward Bach, non era uno che si faceva schiacciare dagli eventi, per carattere, era uno che la vita la prendeva di petto e neanche la certezza di avere una malattia mortale lo distolse dal piacere di continuare i suoi studi. Anzi, approfittando di incarnare lui stesso il paziente, decise di provare appunto su se stesso e a se stesso che le sue teorie, seppur in embrione e per molti strampalate, potevano funzionare. Regola numero uno, non assumere quelle stramaledette pillolette che gli sarebbero dovute servire per campare una settimana di più (forse). Regola numero due, che forse, per importanza doveva essere la numero uno, ma è passato molto tempo e la memoria fallisce, perseguire con passione il proprio scopo. Si, questa è la cura migliore per ciascun paziente e anche per non ammalarsi: avere uno scopo, un obiettivo che ci dia quella energia e quella gioia di vivere che ci rende immuni da malattie logorroiche/logoranti. Un interesse e un ideale da perseguire...questa è la cura per vivere senza ammalarsi mai. i tre mesi passarono e la malattia risultava essere REGREDITA. Sir Dr Bach studiava giorno e notte, anche applicando le recenti scoperte sull'omeopatia dell'amico Hahnemann, ma restava sempre insoddisfatto. Insomma lui voleva creare un tipo di medicina che non richiedesse il supporto del medico, che non avesse effetti collaterali, che riequilibrasse quegli stati emotivi che, quando alterati, ci fanno sentire male fino a indebolirci e farci ammalare davvero. Era certo che la risposta fosse lì, in natura, alla portata di tutti. Lasciò Londra, il lavoro e se ne andò in campagna, proprio come farò io tra non molto. Cromer, Inghilterra, NW, 1930, primo rimedio individuato dopo attenta osservazione, "Agrimony, Agrimonia, Agrimonia eupatoria", secondo la visione di Sir Dr Bach:

"Concerne le persone gioviali, gaie, piene di buon umore, che amano la pace e sono tanto afflitte dalle discussioni e dagli alterchi da essere pronte a concedere molto per evitarle. Benché non manchino loro generalmente dei disturbi e siano inquieti ed agitati, tormentati moralmente o fisicamente, essi nascondono le loro preoccupazioni dietro il buon umore e le celie, sono considerati degli ottimi amici da frequentare."


Capite la svolta? Qui non si parla di principio attivo della pianta, si parla di comportamento della pianta. Cioè se Sir Dr Bach ha deciso di inserire nei suoi Fiori l'Olivo come rigenerante è perchè osservandolo si è accorto che quell'albero meraviglioso non si piega davanti a niente, siccità, pioggie, potature, niente lo danneggia, lui, il simbolo della rinascita sin dall'antichità, non si scompone, anzi rinasce sempre, si rigenera più bello di prima e vive, vive vive, in eterno...
Sir Dr Bach, prima di morire il 27 novembre 1936 ha lasciato 38 Fiori per 38 diversi stati d'animo, per puro senso dell'amicizia e per il grande affetto che provava per me, si è voluto occupare anche del mio strano caso e mi ha omaggiato di Wild Oat.
Sentite un pò se non è il mio fiore:

"Per quelli che ambiscono di fare qualcosa di importante nella vita, che desiderano fare molte esperienze, vivere pienamente e gioire di tutto ciò che è loro possibile. La difficoltà per loro è di decidere quale occupazione seguire, perché sebbene le loro ambizioni siano forti, non hanno una particolare vocazione; ciò può determinare dispiacere e insoddisfazione."

YES, Sir Dr Bach, It's Me! Thanks A Lot!

Come dice il Guru per le cose belle e che vanno tenute in considerazione:
CUORICINI PER SIR DR EDWARD BACH




2 Comments:

Blogger daniele said...

per fortuna del dr bach e per sfortuna dei pazienti all'epoca non esisteva il dr house ;-)

7:23 PM  
Anonymous lobelia said...

ciao adelina complimenti per il blog
è molto bello, w greenaway w i radiohead w i libri a tonnellate!
lobelia

1:27 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home