venerdì, ottobre 27, 2006

ancora cani


Ancora cani.
Si, perchè sono stata sul blog di Francy e Mini e ho letto il nuovo urgentissimo post.
Si, perchè oggi Il Guru, mi ha inviato una mail in cui mi invitava a visitare un blog nascente, di quelli che era assolutamente necessario che nascesse.
Uno di quei Blog che il mio Branco avrebbe messo nei PREFERITI: la via degli animali, il blog di un educatore cinofilo bravo bravo, proprio come Il mio Guru, uno di quelli che in quattro post già ti trasmette tutto l'amore che ha per gli animali.
E' proprio leggendolo che ho ripensato al corso fatto a Bari e a tutto quello che ho visto e ho capito che, una cosa è fondamentale se si sceglie di prendere un amico a quattro zampe:

LA COMPLICITA'

Questo ci hanno insegnato al corso: non si può cercare il rispetto di un animale se non rispettandolo, che non vuol dire umanizzandolo, ma riconoscerne la diversità, tentare di capire il suo linguaggio, assecondare le sue necessità.
Se si ama un animale, non dovrebbe poi essere così difficile intraprendere questa strada.
Del resto questa è una grande opportunità per tutti, imparare, anche grazie al lavoro di educatori seri e amorevoli, come collaborare con il proprio cane senza mai dover alzare la voce o peggio le nostre rudi manacce!
L'opportunità bellissima di non dover mai usare metodi costrittivi, violenti, di non doverci imporre, di non avere malate pretese di dominanza (ma che è sta dominanza???)
Già quando presi Pepa, molto tempo prima di conoscere Il Guru, mi sentivo infastidita dal doverla sgridare per aver commesso qualche piccolo reato.
Allora non c'era nessuno vicino a me a consigliarmi bene, chi l'ha fatto diceva che la piccola andava sculacciata all'occorrenza con il giornale o con le manine.
Tutti ritenevano che con metodi troppo blandi Pepa non avrebbe mai imparato un bel niente...
Allora qualche volta ho alzato di più la voce, qualche volta è volata una sculacciata, qualche volta (me ne vergogno) quelle orribili strofinate nella pipì (una cosa da bruti primitivi sensa linguaggio) e certo è che fondamentalmente mi sentivo male a vedere il mio cucciolo spaventato e disorientato.
Fu così che decisi di prevenire (le marachelle e il mio conseguente abbrutimento) cercando di immaginare cosa Pepa potesse fare nei vari contesti, studiandomi le possibili soluzioni, prendendo mille precauzionie per evitare le "punizioni"e così Pepa crebbe più o meno serena.
Quando al corso ci hanno ripetuto mille e mille volte che la violenza sul cane, anche lieve (il famoso giornale) non fa altro che portare peggioramenti più o meno visibili, stati di stress, compressioni potenzialmente esplosive, ho tirato un sospiro di sollievo e ho pensato che questo è IL PROGRESSO.

VIA I COLLARI A STRANGOLO, VIA QUELLI UNCINATI O PEGGIO CON LA SCOSSA ELETTRICA (MA CI RENDIAMO CONTO!), VIA LE BOTTE, VIA LE PUNIZIONI, VIA LE STROFINATE NELL'URINA, VIA LE STRATTONATE, VIA TUTTO QUESTO INQUIETANTE MONDO "EDUCATIVO".

Al corso ci hanno insegnato che con il proprio cane si può comunicare, si deve comunicare!
Ci hanno insegnato, che a volte le persone, specie se inesperte, commettono errori grossolani che possono danneggiare il cane anche in modo grave (può diventare aggressivo, stressato, iperattivo ecc.).
Ci hanno insegnato che, per questa ragione, l'amore verso il nostro cane va modulato rispettando il loro mondo, perchè a volte ciò che noi facciamo per amore può essere dannoso e allora, amarlo è imparare ciò che va bene per lui.
Ci hanno insegnato che bisogna dargli rispetto, attenzione, cura, bisogna dimostrargli che gli vogliamo molto bene, con il suo linguaggio e non con il nostro, e per tutte queste ragioni, otterremo da lui collaborazione, fiducia e amore.

In effetti, in questi corsi, chi deve imparare è proprio l'uomo e io ho imparato davvero tanto.
Da un padrone educato così, sicuramente verrà fuori un cane educato e felice.

Ringrazio tutti gli educatori cinofili che fanno capo a questa scuola e a questo modo di pensare per il loro impegno a diffondere questi principi, per darci la possibilità di imparare qualcosa di davvero immenso e cioè che i legami e l'amore non possono mai basarsi sulla forza, sulla paura, sulla costrizione.

BENVENUTO "LA VIA DEGLI ANIMALI" E GRAZIE MILLE!

4 Comments:

Blogger Angelo Vaira said...

Ciao Mble, ciao Prole, ciao al Guru e ciao a tutti.

Grazie per aver detto tante cose così belle su La Via degli Animali.

E grazie per aver detto tante cose così vere sul Guru...

Un caro saluto!

11:25 AM  
Blogger franci&mini said...

"VIA I COLLARI A STRANGOLO, VIA QUELLI UNCINATI O PEGGIO CON LA SCOSSA ELETTRICA (MA CI RENDIAMO CONTO!), VIA LE BOTTE, VIA LE PUNIZIONI, VIA LE STROFINATE NELL'URINA, VIA LE STRATTONATE, VIA TUTTO QUESTO INQUIETANTE MONDO "EDUCATIVO"

Approvo e sottoscrivo !!!!

;-)

12:03 PM  
Blogger Panzallaria said...

posso utilizzare le stesse regole anche per un cucciolo d'uomo in arrivo?

;-)

apprezzo molto come ti dai da fare per gli amici a quattro zampe, tu e i blog che segnali...
grazie per gli auguri

5:40 PM  
Blogger adelina said...

Panzallaria mi raccomando: NIENTE SCOSSE ELETTRICHE SU FROLLINA!
Si, comunque credo di si, alcuni comportamenti, specie nei cuccioli sono simili....bisogna un pò adeguarsi al loro linguaggio e Frollina, finchè non parlerà cercherà comunque di dirti tutto quello di cui ha bisogno...

4:27 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home