giovedì, novembre 02, 2006

VIVA VIVA LA CASTAGNA!!!


Me l'ero ripromesso e lo faccio (....del resto, se non lo faccio oggi rischio di arrivare fuori stagione come mia abitudine....).
Questo post, è un raccoglitore di RICETTE CON LE AMATISSIME CA-STA-GNE!
Spero di essere ancora in tempo per farmene una scorpacciata, non come l'ultima mia voglia, con il fico...
..ottobre inoltrato, voglia di miele di fichi. Voglia di pubblicare un bel post sulle più buone ricette con i fichi. Ma era appunto ottobre inoltrato, mica agosto, era già bell'e finita la stagione del fico e già iniziata quella di uva, zucca e castagne senza che io mi accorgessi di nulla, senza aver notato un solo fico nei negozi per tutto il mese di agosto.
Ma che vuoi fare? Quando vivi in città non è che ti rendi completamente conto di quello che la campagna sta producendo....forse giusto le castagne restano un riferimento, perchè essendo frutti selvatici per ora si trovano solo in autunno. Quendo ero bambina, le castagne non le compravamo. Bastava fare una passeggiata fuori città e ci ritrovavamo circondati da immensi castagneti a destra e a sinistra della strada, riempivamo i sacchetti in pochi minuti. Le castagne venivano giù con tutto il loro pellicciotto spinoso e io le svestivo con i piedi, spingendo via il cappotto con le scarpe e venivano fuori dei castagnoni enormi, lucidi, puliti e meravigliosi. Ora no, le vado a comprare dal verdumaio, a volte sono piccole e scure, a volte sono sporche, a volte hanno i vermi, a volte sono finite...di base costano un accidenti e MAI, DICO MAI sono all'altezza di quelle che raccoglievo per strada. Quando di nuovo vivrò in Calabria, questa sarà sicuramente una cosa che riprenderò a fare, passeggiata pro castagna con Branco...ammesso che mi ricordi la stagione giusta. Comunque, tutti questi dolci ricordi d'infanzia, questa immensa voglia di benessere che pulsa nel mio corpicino sfinito da corse urbane al monossido di carbonio, passeggiate con guinsagli intrecciati, cene a base di verdure 4 stagioni, mi hanno fatto venire una voglia matta di cucinare CASTAGNE, di sentire odore di caminetto e sapere che fuori fa freddo mentre io e il mio Branco stiamo al calduccio ad aspettare che dal forno esca qualcosa di buono buono (invece, a parte oggi, fa ancora sto cazzzzz di caldo e altro che foglie rosse...tra un pò fioriscono i ciliegi...). Allora, ecco alcune proposte a base di castagna per allietare quest'autunno tardivo:


Cake di castagne di Calme et Cacao


Crema di marroni di Gennarino


Zuppa di castagne di Francy e Mini


Zuppa di castagne e porcini di Cavoletto


RICETTARIO DI CUCINA A BASE DI CASTAGNE


Il mio personale RISOTTO DI CASTAGNA

500 gr. di castagne lessate e spellate
1 cipollotto 2 tazze di riso ben sciacquato 1/2 bicchiere di vino bianco brodo vegetale pepe, sale, parmigiano reggiano Fare un soffritto con la cipolla ben tritata e aggiungere le castagne schiacciate in modo grezzo. Lasciare insaporire un pò e poi aggiungere il vino bianco. Una volta evaporato versare il riso e farlo tostare leggermente. Procedere con il brodo come per un qualunque risotto. Servire con pepe e parmigiano. A me piace da morire, ma ho la sensazione che ci manchi qualcosa...se a vete suggerimenti vi ringrazio tanto!

Crostata di castagne della MAMMA DEL GURU (ecco di cosa si nutrono i Guru!)

Per la pasta frolla

farina 250g
burro 200g
zucchero 150g
tuorli 3
sale una presa

Lavorare il burro ammorbidito con il sale e lo zucchero fino a ottenere una consistenza cremosa. Aggiungere i tuorli e sbattere il composto.
Aggiungere infine la farina a pioggia e impastare tutto con dolcezza usando i polpastrelli delle dita (non si impasta come una pizza!). Poi avvolgere con della pellicola e mettere al fresco per circa due ore.

Per il ripieno
1/2 kg di castagne lessate, sbucciate e passate nel passaverdure
50 g di cacao
50 g di burro
1/2 bicchiere di latte
1 bustina di vanillina
1/2 bustina di cannella (bleah! dice il Guru...i Guru non mangiano cannella.)
Fai un impasto e lo metti nella pasta frolla...poi s'inforna.

BUONA SCORPACCIATA...

IMPEGNO CIVILE DI OGGI:
raccolta firme contro la tassa sulle ricariche dei telefonini

8 Comments:

Anonymous La Meringa said...

Io la zuppa di castagne e porcini la faccio con base fagioli. Cioè una zuppa di fagioli con castagne e porcini! Da leccarsi i baffi!

2:48 PM  
Blogger adelina said...

....cioè come? Fai prima lessare i fagioli e poi ci metti le castagne?
come le fai le castagne? e i porcini?

ps:ho avuto un problema con i link delle ricette e con quello in basso, per la raccolta firme. Ora dovrebbero funzionare tutti

3:12 PM  
Blogger CPM said...

uh adele che nostalgia! io sono ANNI che non passo un autunno in italia.. e le castagne davvero me le sogno! la mi a cosa preferita dell'autunno era il castagnaccio di mia nonna, una cosa stupida stupida di quando tutti erano poveri e le castagne erano il cibo del popolo (perchè -appunto, mica si andavano a comprare, si raccoglievano per strada..)
si fa così: mischia la farina di castagne con acqua quanto basta per fare una roba liquida ma non troppo, e aggiungi olio di oliva, un po' di zucchero, un po' di sale, pinoli e uvetta. metti il tutto in una teglia piatta e larga, aggiungi un po' di rosmarino, ed in forno per 20 minuti finchè non diventa marrone e croccante sui bordi..
-------
uh mamma che nostalgia.
qui tra poco inizia la stagione dei manghi. qualche consiglio? :-)

7:41 AM  
Blogger adelina said...

...mmmh!sui manghi mi devo aggiornare, però questo castagnaccio, un pò dolce e un pò salato, mi sa che me lo faccio prestissimo...aha! se tu fossio qui...

10:38 AM  
Anonymous La Meringa said...

Allora, Adè, fai la classica minestra di fagioli: soffrittino di aglio,carota e sedano (magari un bel peperoncino), cibutti i fagioli e l'acqua e fai cuocere in pentola a pressione. Poi la apri un po' prima della fine della cottura e ci butti dentro un paio di ricche manciate di castagne secche. Appena sono cotte (non ci mettono mica molto) assaggi la cottura dei fagioli e butti un altro paio di manciate di porcini (io li prendo surgelati al Todis). Cottura minima. Ed è una cosa afrodisiaca!

11:31 AM  
Blogger adelina said...

Meringa, ma tu sei proprio brava brava a postarmi anche la ricettina!
Qui a napoli fa un freddo glaciale, io sono tutta intasata, oggi sarebbe il top e non ho tempo di farla...ma domani sera magari si!!!
:)ti farò sapere!

1:25 PM  
Blogger daniela said...

bellissima l'idea del risotto alle castagne, chissa con una spolverata di parmigiano…

ma ancora più bella l'immagine del cappottino spinoso e del tuo piedino veloce e allenato…

un abbraccio

6:01 PM  
Blogger Tulip said...

Non ho corso...ho volato per venire a leggere questo post
;)

Grazie adesso me lo guardo per bene!!!

baci!

11:27 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home