mercoledì, settembre 27, 2006

Shebkia & Ramadan

Cari amici tutti,
il 24 settembre, domenica, è stato annunciato ufficialmente l'inizio del mese di Ramadan, mese di preghiera e festa per tutti i Musulmani. Io, assorta da mille cose (da mille cani!), non ci ho proprio fatto caso, ma siccome la cosa mi appassiona alquanto, con queste due righe vorrei dargli il BENVENUTO, anche se in ritardo.

Se siete di quelli che non sopportano i musulmani, continuate pure a leggere che vi farà bene!

Non starò qui a raccontare che cos'è il Ramadan, (LINK solo per i più TEMERARI!)
....però ci sono un paio di cose curiose che mi piace raccontare.

L'inizio del Ramadan (nono mese del calendario Islamico) coincide con "l'avvistamento" della luna crescente secondo una tradizione tramandata da Maometto, questo spiega perchè il Ramadan viene simbolicamente associato allo spicchio di luna nuova. L'avvistamento lunare e l'annuncio ufficiale dell'arrivo del Ramadan hanno luogo in Arabia Saudita, terra natia del Profeta, custode della Mecca e di Medina.
Da questo momento parte il periodo di digiuno rituale, di cui tutti sappiamo già tutto, ma in realtà non sappiamo un bel niente!

Comunque sia, quest'anno durerà dal 24 settembre al 22 ottobre.
Si narra anche, che nella notte tra il 26° e il 27° giorno, Dio determini il corso degli eventi per l'anno seguente (....SPERIAMO BENE!!!) e infatti viene chiamata "Notte della Determinazione".
Per capire il Ramadan, pero', bisogna iniziare a pensarlo come un momento di festa, grande eccitazione e preparativi, un mese speciale, come può essere per un bambino il Natale.
Il Ramadan, anche se prevede privazioni, è comunque un mese di rigenerazione e felicità, in cui ci si scambiano regali, biglietti di auguri, si preparano dolci e piatti specialissimi.
Avete provato a "VEDERE" che cos'è il Ramadan su internet???
Siti come yahoo e molti altri propongono KILI (panzallaria ti sto citando!!!) di cartoline animate da inviare ai propri cari come buon augurio e per i vostri amici MUSLIMS e poi vendita on line di gadget per la festa! Insomma non è solo privazione!
ANZI!!!!
Alcuni piatti tradizionali che si preparano durante il Ramadan sono una vera e propria BOMBA DI BONTA'!!!!!

E qui vi cito il mitico libro di Massimo Salani, "A tavola con le religioni", Edizione EDB (mi raccomando, prendete appunti!) in cui ho finalmente trovato la ricetta di un dolce (tentatore spietato) che mangiai qualche anno fa a Madrid e per il quale ho molto studiato per risalire alla ricetta.

Shebkia o Skebbakia: IL DOLCE DEL RAMADAN:


Ingredienti per farne molti:


1 kg di farina
2 kg di miele
300 g di semi di sesamo
150 g di burro
1 uovo
1 cucchiaino d'aceto

15 g di lievito
1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio
1 cucchiaino di cannella
zafferano
olio per friggere
sale

Esecuzione:
Impastate meta' dei semi di sesamo con l'uovo battuto, il burro fuso l'aceto, la cannella, lo zafferano, il sale il lievito precedentemente sciolto in 1 bicchiere d'acqua tiepida per 20 minuti.
Dividete la pasta in parti grandi quanto un' "arancia" e lasciate riposare, coperti con un canovaccio, per circa 20 minuti in un luogo tiepido.
Stendete ciascuna arancia di pasta e tagliate delle strisce lunghe 10 cm, larghe 2 e spesse 2 cm.
Riunite le tre estremita' iniziali delle strisce, schiacciando con le dita, ed intrecciate, unendo le due estremita' finali.
Immergete le trecce nell'olio bollente.
Portate ad ebollizione il miele con l'acqua di fiori d'arancio e tenetelo da parte a fuoco bassissimo.
Quando le trecce saranno dorate, estraetele dall'olio con il mestolo forato e immergetele nel miele.
Cospargete di semi di sesamo.

Per me la quantità di sesamo è eccessiva, però me li sono mangiati lo stesso!!!
Se vi piace saperne di più sull'argomento:
Lilia Zaouali, L'Islam a tavola, Edizioni Laterza

PARTECIPARE E' SEMPRE UN PRIVILEGIO

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home